Diagnostica - Radiologia

Utenti connessi

- SI RICEVE PER APPUNTAMENTO -

 

RADIOLOGIA MEDICA

- Mammografia

E’ un esame fondamentale consigliato a tutte le donne a partire dai 40 anni, per la prevenzione del tumore della mammella, poiché è in grado di individuare lesioni di piccole dimensioni. E' una tecnica diagnostica morfologica che consente di rilevare lesioni mammarie in fase precoce, quando cioè le dimensioni sono inferiori ad 1 cm. L’esame dura pochi minuti e viene eseguito esercitando pressione sulla mammella allo scopo di dissociare le strutture (tessuto ghiandolare e adiposo). Non necessita dialcun tipo di preparazione se non l’accorgimento, per le donne non in menopausa, di sottoporsi all’esame nel periodo intercorre tra la fine della mestruazione e l’ovulazione.

La mammografia deve essere seguita da una visita, in occasione della quale si possono anche confrontare i referti di precedenti mammografie al fine di individuare eventuali variazioni. La mammografia costituisce un valido strumento di prevenzione del tumore al seno. Si consiglia, quindi, di iniziare a sottoporsi a mammografia intorno all’età di 40 anni, quando la struttura mammaria diventa meno ricca di ghiandola e più ricca di tessuto adiposo.Eseguire i successivi controlli con cadenza biennale fra i 40 e 50 anni, ed annuale oltre i 50 anni. La diagnosi precoce del tumore della mammella conmammografia è spesso possibile.

In casi di “mammella densa”, in cui  prevale strutturalmente la quota di tessuto ghiandolare a quello adiposo, l’ecografia un utile supporto diagnostico della mammografia. Se l’ecografia si pone come primo approccio diagnostico complementare della mammografia. L’attività di Senologia comprende la prima visita senologica per donne asintomatiche, e percorsi con esami strumentali per pazienti asintomatiche e sintomatiche (con noduli mammari, secrezioni del capezzolo o mastodinie), i controlli di follow-up per pazienti operate.

- Moc-Dexa

La DEXA, Densitometria Ossea, nota anche come MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata), è una metodica diagnostica per la valutazione dello stato di salute delle ossa (stato di mineralizzazione ossea). Si svolge mediante l’ottenimento di immagini in maniera non invasiva della colonna vertebrale a livello delle vertebre L1-L4 e del collo di femore.

Questo esame permette la determinazione della densità minerale ossea che consente la diagnosi ed il monitoraggio di osteoporosi o di una condizione iniziale di malattia, l’osteopenia. Ma per giovani Pazienti, per gli Sportivi e in casi particolari, dietro indicazione di Medico Specialista (Dietologo e/o Nutrizionista), si può richiedere la MOC Total Body (ovvero su tutto il corpo): si tratta di un esame meno accurato per giungere a una diagnosi di osteoporosi, ma permette di valutare, oltre alla massa ossea, anche la massa grassa (tessuto adiposo) e la massa magra (muscoli).

Non è richiesta alcuna preparazione specifica. Il paziente, che non deve indossare alcun oggetto metallico, viene sdraiato sul lettino in posizione supina. Sotto il materassino vi è la sorgente di emissione dei raggi X. Al di sopra invece vi è il detettore, un braccio rotante, che scorre sopra la parte del corpo interessata dall’analisi. Il detettore quindi acquisisce i fasci di raggi x attenuati dal distretto corporeo esaminato, dalla cui interpretazione ed elaborazione si ottiene il dato densitometrico.

I tempi di esecuzione dell’esame Dexa, grazie al nostro apparecchio di ultima generazione, sono circa 5-10 minuti.

Per le pazienti in età fertile, l’esame può essere eseguito solo se è possibile escludere lo stato di gravidanza.